Storia

Tutto ha inizio nel lontano 1800, con il Mulino delle Scalere (mulino sotto il lago) abitato dal mio nonno (di quinta generazione).

Prima della costruzione della diga c’era solo il Mulino coricato nel torrente, in una valle di pascoli dove si sentivano scampanellare le greggi. Tante pecore buon formaggio.

Nel 1911 con la costruzione della Diga delle Scalere, mio nonno e la sua famiglia, si trasferirono in una abitazione costruita per loro.

Nel 1920 la mia tris nonna (detta Isola) pensò di avviare l’attività di locanda, per dare un servizio di ristoro e alloggio per i passanti della nuova strada costruita grazie alla diga.

Il figlio di Isola, detto Gabana (perchè portava sempre un giaccone detto Gabèna), si sposa con Enrichetta e prendono in gestione l’attività. Vengono da lì a breve premiati con la medaglia d’oro dalla Provincia di Bologna per la migliore “Cucina tradizionale”.

La ricetta è sempre quella, cucina tradizionale e gestione famigliare hanno dato forza all’impresa di continuare per quasi 100 anni la professione di ristorazione.